APPROFONDIMENTI

TIPI DI PELLE: Conosci il tuo? ||Chimichiamoci

La pelle è la nostra più grande alleata, ci protegge come uno scudo dagli agenti esterni; ma non solo, è il nostro biglietto da visita, la prima parte di noi che mostriamo al mondo e che può fare apparire il nostro aspetto sano, per questo dobbiamo essere capaci di valorizzarla e di trattarla nel modo giusto. Per farlo innanzi tutto dobbiamo conoscere il nostro tipo di pelle.

Ne esistono diversi, dobbiamo assolutamente essere in grado di capire a quale apparteniamo, acquisendo una consapevolezza che ci aiuterà a discriminare tra una miriade di prodotti che possiamo trovare in commercio e mirare direttamente a quelli più adatti a noi, che ci regalino i risultati che speriamo e che allo stesso tempo non siano addirittura nocivi per la nostra salute cutanea. Ogni tipologia quindi, deve essere trattata nella maniera adeguata, grazie all’utilizzo di creme, detergenti e scrub o maschere che siano SPECIFICI.

In questo frangente, ci limiteremo a parlare dell’aspetto cutaneo del viso e non del corpo, tralasciando gli aspetti medici e patologici dell’argomento in quanto non è questa la sede più opportuna per affrontarli.

Può sembrare un tema banale, ma non lo è affatto, anche perchè spesso il confine tra una tipologia di pelle ed un’altra è molto labile. La nostra pelle inoltre, come anche il nostro intero organismo, è in continua evoluzione, e dunque, può presentare alcune caratteristiche in una determinata fase della nostra vita, e possederne di altre in una diversa fase ormonale! Bel problema!

CERCHIAMO DI RISOLVERLO INSIEME!!

Intanto, le tipologie principali tra cui secondo me dovete discriminare sono queste:

  1. PELLE NORMALE
  2. PELLE SECCA
  3. PELLE GRASSA
  4. PELLE MISTA

Parleremo poi nei prossimi articoli della pelle sensibile e della pella couperosica.

L’appartenenza ad una di queste tipologie può inoltre essere condizionata da fattori genetici (su questi è difficile se non impossibile intervenire), ma anche da fattori esterni, come appunto ciò che noi utilizziamo per la skin care, ciò che noi ingeriamo, dalle condizioni climatiche e dal nostro stile di vita.

Sarebbe quindi opportuno tenere d’occhio tutti questi fattori, eventualmente anche testando come il nostro corpo reagisce ad un determinato stimolo o ad un determinato prodotto, per poi correggere il tiro; è anche vero che questo approccio richiede sicuramente tempo e può avere un impatto anche sulle nostre tasche.. eh eh!

PELLE NORMALE:

Risultati immagini per pelle normale

ALLA VISTA: La pelle normale non mostra problemi evidenti, ha il classico aspetto sano, appare rosea e florida. Non si notano punti neri o brufoli, non si vedono screpolature o rossori.

Essendo generalmente elastica e sana, si nota subito la compattezza.

AL TATTO: La sensazione è di pelle liscia e levigata.

Ma… TUTTO CIÒ A COSA È DOVUTO??? Ad un buon equilibrio tra secrezioni delle ghiandole sebacee e film idrolipidico, in più chi posside una pelle normale avrà sicuramente un ottimo funzionamento del microcircolo, il  ché fa sì che l’incarnato appaia così luminoso.

IL MIO CONSIGLIO: Ok ragazze, siete fortunate, ma non vi adagiate!!! Non sottovalutate mai la skin care routine!!! Se possedete le ottime caratteristiche che vi ho elencato dovete fare di tutto per mantenerle.

Anche la pelle normale va idratata nella giusta misura, magari con creme leggere e fluide, importante la prevenzione anti-age e l’utilizzo di filtri solari per mantenere questa bellezza.

Struccatevi sempre con latte detergente e tonico, non vanno male maschere che esaltino la vostra naturale luminosità cutanea, anzi, sarebbero consigliabili anche una volta ogni dieci giorni.

AH, un’ultima cosa: non è un’imperfezione momentanea o sporadica, che vi farà uscire da questa categoria, ma semplicemente, si potrebbe imputare a qualche fattore esterno o a  qualcosa di diverso nella vostra alimentazione o ancora a qualche prodotto da voi utilizzato di scarsa qualità o non adatto al vostro tipo di pelle, per cui non allarmatevi al minimo cambiamento.

PELLE SECCA:

Risultati immagini per immagini pelle seccaEcco un’altra tipologia di cute, questa, rispetto alla precedente può dare un po’ di pensieri in più, ma ragazze non scoraggiamoci, in un batter d’occhio e sfruttando i giusti prodotti sarà un attimo riportare la nostra pelle allo stato ottimale.

ALLA VISTA: è evidente che esistono diversi gradi si secchezza, senza addentrarci nelle forme patologiche, una pelle di questo genere appare spenta e screpolata. E’ una pelle che tende a desquamarsi e spesso è sottile e fragile.

AL TATTO: la percezione è quella di ruvidità, spesso si sentono pellicine e screpolature.

Le persone che presentano questa caratteristica spesso sentono la pelle eccessivamente tesa fino quasi a prudere.

MA TUTTO CIÒ A COSA È DOVUTO?? Ci possono essere diversi fattori, alcuni dei quali sono genetici o imputabili all’avanzare dell’età ed ai cambiamenti ormonali. Altri invece possono dipendere da fattori atmosferico/climatici (esempi tasso di umidità, freddo, raggi UV, vento), dall’alimentazione o dall’insufficiente apporto di acqua e vitamine o da farmaci che vengono assunti.

O ancora un’altra causa può essere l’utilizzo di prodotti troppo aggressivi, quali detergenti o creme non idonei.

I MIEI CONSIGLI: Ragazze è fondamentale correre subito ai ripari se non vogliamo incappare in un invecchiamento cutaneo precoce, o semplicemente se vogliamo apparire più sane e più luminose.

Dobbiamo procurarci prodotti idratanti se siamo molto giovani, o nutrienti se abbaimo superato i 40 anni di età.

I prodotti che prediligeremo possono contenere sostanze come l’acido Ialuronico, l’urea, il collagene ed il lattato!! Ma è fondamentale che siano delicati e non aggressivi per non peggiorare la nostra condizione.

Possono essere utili detergenti specifici senza sapone o con consostenza oleosa.

Fondamentale.. non fumate (questo vale per tutte ma particolaremente per voi)!!! E poi bevete bevete bevete tanta acqua!

PELLE GRASSA:

ALLA VISTA: Ho scelto per voi questa immagine perchè secondo me era quella più esplicativa, di un segno che contraddistingue la pelle grassa, la lucidità diffusa a tutto il viso. A questo sintomo poi si possono accompagnare pori dilatati e nei casi più gravi acne e punti neri.

AL TATTO: La cute appare untuosa e poco regolare.

MA CIÒ A COSA È DOVUTO??? Spesso si tratta di un tipo di pelle caratteristico della giovane età, ma questa problematica può protrarsi anche in età adulta a causa di patologie o comunque di un assetto ormonale non totalmente regolato.

In questi casi le ghiandole sebacee sono sovrastimolate e producono sebo in eccesso.

La causa può inoltre essere imputata a cattiva alimentazione o utilizzo di prodotti cosmetici errati.

I MIEI CONSIGLI: Per prima cosa, se la vostra tendenza acneica è importante, non esitate a rivolgervi ad un dermatologo. La tempestività potrebbe evitarvi alcune spiacevoli conseguenze, come ad esmpio il protrarsi dei sintomi, dei rossori e la comparsa di cicatrici.

Usate sempre prodotti specifici che siano oil free, state molto attente alla scelta dei cosmetici, devono andare a purificare ed astringere ma allo stesso tempo devono comunque garantire una corretta idratazione per evitare l’effetto rebound (in parole povere, la nostra pelle continuamente aggredita da prodotti che tentano di seccarla non percepisce più la corretta idratazione e per rimediare rilascia sostanze lipidiche per andare a ripristinare il film, in questo modo si aggiunge altro sebo e si formano nuovi brufoli).

Usate sempre un filtro solare alto quando vi esponete al sole in modo da evitare che si formino macchie nei punti colpiti da acne; accertarsi che la protezione sia oil free e possibilmente con un tocco secco, ce ne sono tante in commercio!!

Un ultimo consiglio è l’igiene, una corretta detersione con i prodotti adatti risolvesecondo me già più della metà del nostro problema; è fondamentale poi non schiacciare eventuali brufoletti per non infettare le zone limitrofe e toccare il nostro viso solo con le mani perfettamente pulite.

PELLE MISTA:

Risultati immagini per IMMAGINI PELLE MISTA

Ecco un’altra tipologia di pelle molto particolare, da trattare con molta delicatezza e costanza.

ALLA VISTA: si presenta esattamente come un misto tra le caratteristiche della pelle secca, sulle guance e nella zona perioculare e le caratteristiche delle pelli grasse nella così detta ZONA T (fronte, naso e mento). E di fatto è proprio così.

AL TATTO: si evidenzia ulteriormente la disomogeneità di questa cute, con zone che vanno dall’essere da normali ad oleose ed altre che vanno dall’essere dal normale al ruvido dovuto alla disidratazione.

MA… A COSA È DOVUTO?? Nella maggior parte dei casi si tratta di fattori genetici, inoltre spesso chi ha avuto una cute grassa in adolescenza spesso si ritrova a combattere la pelle mista in età adulta. Altri fattori che contribuiscono ad accentuare tale problema sono l’alimentazione scorretta e l’uso di cosmetici grossolani o inadeguati!

IL MIO CONSIGLIO: Ragazze, se avete a che fare con questo tipo di pelle siate più ostinate di lei, siate sempre costanti nella pulizia del viso, prediligendo detergenti purificanti ma allo stesso tempo delicati!

Usate sempre creme specifiche idratanti e sebonormalizzanti, è da prediligere una consistenza fluida.

Vi consiglio in fine di esfoliare la vostra pelle con uno scrub da effettuare circa due volte alla settimana e subito dopo di applicare la vostra crema. La vostra pelle risplenderà!

Se quindi la vostra pelle è mista e siete in cerca di una buona crema viso, in questo articolo ve ne consiglio una che al momento è la mia preferita.

Detto questo.. il post di oggi finisce quì, avrei ancora tanto da dire ma non voglio dilungarmi oltre.

Vi lascio però il link alla mia guida completa alla scoperta dell’anatomia della pelle, dove potrete trovare ulteriori informazioni!

Spero di esservi stata utile,

A PRESTO,

Ci vediamo anche su instagram!

Twitter: chimichiamoci

Chimichiamoci!

12 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *